Sensore di movimento da esterno

La protezione offerta da un rivelatore antiavvicinamento è quella di far allontanare l'intruso prima che questi possa penetrare in casa o addirittura prima che possa avvicinarsi elle mura esterne dell'immobile protetto.

Sensore di movimento da esternoIl sensore di movimento da esterno, posizionato su giardini, terrazze o balconi, intercetta il ladro nel momento in cui questi si muove all'esterno di casa, ma pur sempre sulla proprietà privata di questa, facendo scattare il sistema. 

La tecnologia di cui è dotato gli permette di distinguere un corpo "caldo" in movimento, segnalandolo alla centrale di antifurto la quale darà il via all'allarme. Ma come spesso accade, nelle aree esterne possono muoversi sia animali domestici che semplicemente di passaggio, quindi è importante che questi sensori siano discriminanti, ossia che differenzino i due tipi di presenza per non ingenerare falsi allarmi.

Si possono associare tra loro due protezioni come quella antiavvicinamento e quella di controllo offerta da un impianto di videosorveglianza? Nel caso di DAITEM è assolutamente fattibile, sia grazie alla possibilità di collegare all'allarme senza fili delle telecamere esterne e sia grazie alla possibilità di associare al sistema di antifurto degli speciali sensori interni con fotocamera. Nel primo caso il malvivente verrebbe intercettato mentre si trova fuori dall'immobile, mentre, nel secondo caso, si beneficerebbe di una protezione aggiuntiva a quella per l'esterno.

Vedi i prodotti in dettaglio 

Laddove si installasse un sensore di movimento da esterno (o più di uno in base all'area da controllare) ed in più si associassero all'allarme senza fili dei rivelatori wifi da interno con fotocamera, si potrebbe ottenere un sistema di videosorveglianza wireless che riprenderà una sequenza di immagini scattate al momento dell'allarme, ma non soltanto, le memorizzerà e le trasmetterà in tempo reale via MMS ad un numero telefonico impostato in precedenza nella memoria del combinatore telefonico.

I primi 5 punti di forza di un sensore di movimento da esterno DAITEM:

  • interamente senza fili così da poter essere posizionato anche nel punto più lontano del giardino per l'ottenimento di un sistema di dissuasione progressiva;
  • discriminante per animali, ossia in grado di distinguere la presenza di un corpo umano da quella di un pet, non ingenerando falsi allarmi;
  • grado di protezione IP per l'installazione all'aperto;
  • permette la realizzazione di un sistema di antiavvicinamento evitando sia le intrusioni che le effrazioni con danneggiamento degli infissi da parte del ladro;
  • batteria di alimentazione a lunga durata

Interazione tra sistema di antiavvicinamento e di videosorveglianza:  

Con un unico sistema di allarme DAITEM si potrà realizzare sia la protezione antiavvicinamento che la videosorveglianza, così che, se il ladro venisse intercettato dal sensore di movimento da esterno eppure non rinunciasse ad entrare nell'abitazione, verrebbe ripreso dalla fotocamera del sensore per interno coinvolto. 

A questo punto il padrone di casa avrebbe una prima segnalazione da parte dell'antifurto dell'intrusione nella sua area esterna e successivamente la sequenza di immagini riprese al momento dell'intrusione, memorizzate ed inviate via MMS dal combinatore telefonico associato al sistema.  


Preventivi online