Combinatore telefonico

Il comunicatore telefonico è la voce dell'allarme, lo strumento con cui il sistema di antifurto comunica con il padrone di casa nel momento in cui si verifica l'evento.

Le centrali DAITEM senza fili sono dotate di sintesi vocale perché questo permette l'immediata comprensione dei messaggi di allarme o delle anomalie, nello stesso modo, il combinatore telefonico contatta, chiamando, inviando messaggi SMS ed MMS i numeri immessi in memoria così da avvisare di quanto stia accadendo al momento in casa.

Combinatore telefonicoDi cosa si tratta in realtà? Il combinatore telefonico è un'apparecchiatura che può essere indipendente, ovvero alloggiata in un box a sé stante, oppure può trovare posto nel box della centrale di allarme, per risparmiare danaro e spazio di installazione.

Nel momento in cui un intruso viene rilevato dai sensori dell'allarme, questi inviano il segnale in centrale, la quale fa scattare le sirene ed invia il comando al combinatore telefonico di contattare i numeri in memoria. A questo punto l'intruso potrà sprecare del tempo per cercare la centrale, se riuscisse a trovarla dovrebbe poi trovare il combinatore telefonico (se si trova in un posto diverso la situazione per lui si complica), ma intanto la chiamata è stata inoltrata ed il padrone di casa avvisato.

Se il sistema di allarme senza fili è dotato di rivelatori di apertura per porte e finestre, di sensori per la rottura del vetro, di sensori per i varchi o di sensori a tenda, allora si tratta di un antifurto perimetrale wireless realizzato con DAITEM. Anche in questo caso, una volta forzata una porta od una finestra allarmata, il sensore coinvolto invierà il segnale in centrale e questa al combinatore telefonico che svolgerà la sua funzione.

Vedi i prodotti in dettaglio 

Sempre più spesso uno degli articoli che si associano ad un sistema di allarme senza fili è il sensore con fotocamera, per la ripresa di immagini al momento dell'allarme, sequenza di immagini che il combinatore telefonico invierà a mezzo MMS al numero scelto e memorizzato al suo interno. 

Perché includere un combinatore telefonico nell'allarme:

  • perché rappresenta la voce del sistema, può contattare le persone i cui numeri sono stati memorizzati, così da avvisarle dell'evento;
  • perché il modello gsm separato dalla centrale, oltre a non collegarsi alla linea telefonica fissa, non necessita della corrente elettrica (è alimentato a pila), quindi si installa ovunque senza toccare mura o portare fili e cavi;
  • perché viene appreso in centrale via radio, quindi non richiede collegamenti a questa via filo;
  • perché è immune al taglio linea che spesso il ladro mette in atto come manovra precauzionale;
  • perché può non solo chiamare od inviare messaggi SMS ma può anche inviare messaggi MMS con le immagini riprese al momento dell'allarme se il sistema è dotato degli appositi sensori.

Il sistema di videosorveglianza wireless associato all'allarme

Di norma si tende a separare le apparecchiature così che ognuna assolva al proprio compito ma, nel caso dei sensori con fotocamera DAITEM, il connubio è estremamente funzionale e permette la visualizzazione degli ambienti, non solo al momento dell'evento ma anche on-demand.

Ecco come funzionano. I rivelatori con fotocamera si comportano come dei comuni sensori IR (ad infrarosso), quindi percepiscono la variazione termica prodotta da un corpo caldo presente nella propria area di controllo e ne danno la segnalazione in centrale. Ma ecco la novità, riprendono, memorizzano ed inviano a mezzo MMS una sequenza di immagini riprese, grazie alla fotocamera a bordo, proprio al momento dell'allarme. Le immagini verranno poi materialmente inviate via MMS tramite il combinatore telefonico GSM senza fili associato all'allarme DAITEM.


Preventivi online