Antifurto gsm

Perché dotare il sistema di allarme senza fili di un combinatore telefonico significa dargli un notevole valore aggiunto? Perché attraverso questa apparecchiatura, in caso di allarme, l'antifurto potrà contattare i numeri impostati in memoria comunicando con il padrone di casa o con chi per lui.

Antifurto gsmUn antifurto gsm DAITEM non utilizza nessun filo di rete telefonica fissa, quindi è immune al taglio della linea che il ladro attua un po' come prassi quando si introduce in un ambiente.

Ecco come funziona in grandi linee. La sicurezza della casa dipende dall'affidabilità dell'allarme, quindi un buon antifurto dovrà intercettare l'intruso, dare il via ai sistemi di dissuasione (sirene) e contattare i numeri telefonici in memoria per comunicare quanto accade.

Ora, realizzare tutto questo con un antifurto via filo è certamente complesso, anche perché se l'immobile da proteggere è già ristrutturato o comunque rifinito, apportare modifiche alla sua struttura è quanto meno antipatico e dispendioso. Quindi la scelta ricade su di un antifurto gsm senza fili, che deve offrire paritetici canoni di sicurezza rispetto a quello di tipo tradizionale.

DAITEM fa di più, perché i suoi antifurti sono tutti anticlonazione, antimanomissione ed antidisturbo radio. Grazie all'alimentazione a batteria delle apparecchiature del sistema, tra cui il combinatore telefonico gsm, nessuna manomissione/interruzione della rete elettrica potrà danneggiare o limitare la funzionalità dell'antifurto senza fili. 

Le apparecchiature sono apprese via radio in centrale, quindi anche in questo caso nessun cavo, filo, canale e quanto altro sarà necessario. In pratica è l'antifurto ad adattarsi all'ambiente e non viceversa. 

Vedi i prodotti in dettaglio 

Cosa si può fare con un antifurto gsm? Si può venire avvisati via telefono in caso di intrusione, si possono ricevere SMS di segnalazione ed MMS con le immagini riprese al momento dell'intrusione se il sistema di antifurto è dotato di un impianto di videosorveglianza costituito da sensori con fotocamera che non solo intercettano il ladro, ma scattano una sequenza di immagini che memorizzano e trasmettono al combinatore gsm, che le invia a mezzo MMS al numero telefonico scelto in fase di programmazione. 

Ecco perché preferire un antifurto gsm senza fili:

  • il sistema di allarme può avvisare telefonicamente in caso di intrusione;
  • la rete gsm non richiede allaccio alla linea telefonica a filo, quindi se anche il ladro la tagliasse il combinatore telefonico gsm continuerebbe a funzionare;
  • alcuni tipi di antifurto gsm DAITEM permettono di alloggiare il combinatore telefonico direttamente nel box centrale, per risparmiare danaro e spazio di installazione (due apparecchiature in un solo box);
  • l'alimentazione a batteria delle apparecchiature permette ad un antifurto gsm DAITEM di continuare a funzionare anche in caso di interruzione elettrica;
  • se il sistema di antifurto è dotato di rivelatori con fotocamera, in caso di allarme sarà possibile ricevere, tramite il combinatore telefonico gsm associato all'antifurto, una sequenza di immagini riprese al momento dell'intrusione, così da verificare cosa sia realmente accaduto;
  • possibilità di richiedere le immagini dei locali controllati anche on- demand e senza che si verifichi alcun evento, grazie all'antifurto gsm che trasmetterà le immagini

Le apparecchiature DAITEM e le linee disponibili

La realizzazione di un antifurto gsm senza fili DAITEM è possibile in tre diverse varianti di linea, ossia con la e-nova, la e-square e la nuova nata Lynx, in base alle specifiche necessità di protezione.

Mentre le linee e-nova ed e-square sono state ideate e realizzate per ogni tipo di protezione ambientale, anche particolarmente grande, la linea Lynx nasce per ambienti piccoli o medio-piccoli ed il funzionamento delle apparecchiature avviene a mezzo di comuni batterie, quindi si risparmia sia sull'acquisto delle pile che sulla loro sostituzione, possibile anche con il fai-da-te.


Preventivi online